Flash d’agenzia!!

Deboroh Sensitiveson rifiuta di vendere Antalgica Inc. per 2 miliardi e 400 milioni. L’offerta è stata presentata da una multinazionale dell’editoria che voleva trasformare la più grande industria poetica mondiale in un sito per incontri occasionali, rigorosamente prosaici.

Nel merito non ci sono prese di posizione ufficiali, circola però un’indiscrezione secondo la quale il grande Poeta al momento non è in grado di presentarsi in pubblico a causa di una lieve intossicazione alcolica.

69 pensieri riguardo “Flash d’agenzia!!

  1. ciucchettone, muovi le chiappe per amor prosaico! 😀 😀 😀

    Piace a 1 persona

      1. Oh ma siamo allegroni questa sera!
        Guarda che se non accetti la proposta la fanno a un sito di cucinaaaaaaaa

        Piace a 2 people

      2. Sorrisone!!!!!!
        Hai una macchia di senape sulla maglia della salute!
        Prrrrrrrrrr

        "Mi piace"

      3. ah! La metti così eh?
        Hai alzato il mento? Appoggiato il dorso della mano sinistra sulla fronte? presa la postura antalgicamente poetica?
        Hai versicolato?
        di qua! girati di qua che lì c’è il murooooooooooo
        prrrrrrrrrrrr

        Piace a 1 persona

      4. ma hai una paresi? 😮

        "Mi piace"

      5. su su, non dicevo davvero, è che notavo una certa fissità espressiva con ammutinamento del verbo, non preoccuparti, sono pur sempre una…
        prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr

        "Mi piace"

      6. oh, vabbè dai, la doccia ormai te l’ho fatta… devo anche metterti il talco?

        Piace a 1 persona

      7. senti un po’ diavoletto tostapane, hai mangiato tu gli ultimi sottaceti? Eh?

        "Mi piace"

      8. sorrisoni! sì, li hai mangiati tu!!!!!!!

        "Mi piace"

      9. mi servono per il party di domani con quelli delle farmaceutiche (che c’ho fatto un pensierino)… e quando mi ricapita di avere la casa libera?

        "Mi piace"

      10. mi organizzo… fa niente se usiamo le tue camicie hawaiane per un simpaticissimo gioco di società?

        "Mi piace"

      11. poi, ecco, avrei una mezza parola con quelli dell’acrobatica… forse pesteremo un po’ il giardino 😀

        Piace a 1 persona

      12. Eh caro amico, dovrai cibarti di questo aneddoto che personalmente ritengo interessante.
        Era il 2007 e mi trovavo a Salem (Massachusetts) in terza tappa di tournée ahimè annullata (le terza reading) perché avevo la febbre a
        .39 e io con 38 sono ribaltato quindi ad andare in scena proprio non si poteva. E’ doveroso far notare come le “coincidenze” abbiano giocato sia a mio favore che a mio sfavore.
        A Provincetown (Massachusetts) era accaduto qualcosa di eccezionale, orribilmente affascinante e stimolante per la mia mente di romanziere.
        Di fatto la storia che sto per narrare non e’ stata respinta dalla censura e mai pubblicata perché ci ero andato giù molto pesante addentrandomi nei dettagli più raccapriccianti della vicenda (135 pagine di tempo se non proprio sprecato) ma per certo, in parte sprecato perché alla fine non ho avuto cuore di cestinare un racconto buono e così ho sparso la voce tra gli alti ranghi e un dentista si e’ mostrato interessato al mio scritto: disse che lo avrebbe acquistato per 150 euro per la moglie appassionata di splatter e così glielo ho passato e mi son beccato due soldi invece che…
        insomma avrei potuto guadagnare bene da questa storia ma come dicevo la censura me lo ha impedito quindi il dentista mi dicevo era meglio di un calcio nel culo. Almeno qualcuno avrebbe tratto giovamento e piacere dalle mie righe anche se avrei preoerito che uscisse ma nonostante le pressioni del mio editore proprio non c’era verso e mi sono rassegnato anche perché ci ero avvezzo non sono molto portato per i racconti “horror” credo ma non lo sapremo mai esattamente e fino in fondo perché le quattro volte che ho mandato bozze splatter nella speranza di una pubblicazione me le hanno respinte tutte (quelle 4) e da allora ho accatonato il genere horror senza troppi dispiaceri in fondo in fondo perché in cuor mio sapevo di non essere nonostante abbia recensito e apprezzato milioni di film horror portato per quel genere di narrativa. Sono molto apprezzato per il dolceamaro, la poesia e il noir quindi mi “limito” a questi generi, alle recensioni per il giornale, a i romanzi e a racconti su commissione e poesie d’amore puntualmente a San Valentino per privati e per il pubblico x quanto riguarda l’annuale racconto di rito Natalizio ad ogni modo…
        A Provincetown era accaduto qualcosa di terribile che aveva scioccato la gente della deliziosa comunità (il New England e’ stupendo) peccato ci sia sempre uno yankee di troppo e’ chiaro desterebbe meraviglia se così non fosse per storia e “circostanza”.
        Ad ogni modo chiamerò questa storia con il nome del racconto che alla fine dai non ho veduto completamente cestinato, gambizzato dai poteva andare peggio e non avrei visto un soldo e ai tempi ero nel tunnel dell’alcool fino al collo e quei pochi soldi gli ho investiti in Jim Beam: sono durati 10 giorni circa forse meno ad ogni modo il titolo era/e’ “Occhi senz’anima” e a parte l’infelicita’ del titolo continuo a ritenere questo argomento interessante e il racconto che ho scritto un prodotto buono per gli estimatori del genere ma va beh, pace.
        Ho cambiato per ovvie ragioni il nome del protagonista che ho battezzato Danielle.
        Questa Danielle su i 35 anni insegnava alla scuola superiore di Providence, letteratura straniera e insegnava agli alunni con passione e agli occhi di tutti era una come tante anzi stimata da i genitori degli alunni, dai colleghi e anche dagli alunni che si sa e’ raro si prendano a cuore un docente almeno lo dico perché come docente di riserva a me non mi hanno mai apprezzato, figuriamoci gli studenti beh, studentesse dato l’indirizzo ma ok, proseguiamo beh va beh solo per modo di dire mi sarebbe piaciuto essere preso in considerazione un po’ di più ma diciamo che su 24 ragazze circa 8 mi apprezzavano e credo che una avesse anche una cotta per me, o mi sa che era il contrario togliamo il mi sa la avevo io la cotta e ho anche scritto di questo sul mio blog “Giuli(A) nope! C -” Un bello spaccato di quel periodo viceversa accolto con calore dalla critica e infilato un mese dopo la visione in una raccolta “Del sale era il profumo” beh, per farla breve questa insegnante dava anche ripetizioni a casa sua e gli studenti che non erano riusciti a tenere il passo con le lezioni “tradizionali” andavano da lei ben volentieri perché era anche attraente ma poi sono iniziate ad accadere cose che non sono certo passate sotto l’uscio della porta.
        Una dozzina di studenti hanno passato l’esame grazie a lei e le autorità ci hanno messo sei anni per capire e svelare il torbido mistero che aleggiava nell’aria e per arrivare a lei ci sono voluti altri 4 anni e l’impiego del più autorevole profiler dell’FBI.
        Tre tipici bravi ragazzi americani di buona famiglia, con la testa a posto e un luminoso avvenire davanti sono scomparsi nel nulla e nessuno ha pensato di collegare neanche lontanamente quelle sparizioni col fatto che in effetti i ragazzi non si trovavano più da che erano stati da lei ma si capisce lei era al di sopra di ogni sospetto e ci e’ voluto ribadisco non poco perché la comunità capisse cosa si annidava in essa ma quando la storia e’ venuta galla e c’e’ stato il processo a Boston (tre ergastoli) uno per ogni sparizione più 10 anni per l’aggravante della continuazione la faccenda si e’ conclusa con un numero incalcolabile di anni di reclusione quindi orde di reporter da ogni parte del mondo hanno invaso la bellissima località sulla costa gettando Provincetown nell’infamia anche perché prima dei suoi crimini H.Clark aveva sconvolto lo stesso posto per l’omicidio di una 26enne e una bambina di 6, Michelle Dorr ma questa e’ un’altra faccenda se pur bizzarra e anche lei degna di interesse. L’assassino travestito lo avevano chiamato così perché una volta arrestato quando e’ stato il momento di fargli indossare la divisa da detenuto sotto hanno visto che indossava biancheria intima femminile e si e’ rifiutato di condurre le autorità nel punto dove avava detto di aver seppellito Michelle dieci anni prima. Per convincerlo gli hanno fatto indossare una parrucca e un abito da donna e lui gli ha condotti alla tomba della piccola (un materasso nel folto di un’area boscosa) poverina. Si e’ beccato 30 anni per la 26enne e 30 anni per la bambina per un totale di 60 anni di carcere. Ora e’ un detenuto modello tranquillo che non crea problemi e passa il tempo dipingendo e anche bene. E’ molto portato e ha fatto diciamo una presentazione che ha avuto successo (dentro la prigione) dei suoi quadri. Tornando alla nostra Danielle pare che dopo aver ridotto il ragazzo in modo da essere incosciente (usava mettere dei barbiturici nelle loro bevande che sorseggiavano a casa sua durante le lezioni private) la donna iniziava una procedura sadica lenta e dolorosa e quando erano morti indulgesse in atti di necrofilia per poi far sparire i loro corpi dandoli in pasto a i suoi tre cani ovviamente tutto ciò accadeva dopo averli sezionati per bene. Quindi: assassina, sadica, necrofilia, mutilatrice ma anche affetta da parzialismo una condizione estrema di feticismo che la portava a conservare parti del corpo del soggetto di suo interesse. Per la maggior parte erano le teste che metteva a bollire per lessare la pelle. Dopo aver scarnificato il teschio lo dipingeva con una vernice color granito e lo conservava utilizzandolo come portapenne o ci faceva dentro altri utensili per la sua scrivania di casa ma usava anche queste teste per masturbarsi una sorta di J. Dahmer al femminile e in effetti anche lui era affetto da parzialismo ma Dahmer non fa testo perché era anche cannibale e portava in sé tante di quelle deviazioni che in genere non si riscontrano tutte in un soggetto solo da renderlo possiamo dire un serial killer unico nel suo genere. Lo hanno ucciso prigione.Abeba ucciso e mangiato parti di 16 ragazzi la maggior parte di colore ed e’ stato proprio un detenuto di colore alto 2 metri a ucciderlo con una sbarra presa il palestra in effetti quell’uomo che stava scontando l’ergastolo per una cosa che non ricordo in prigione non ha ucciso solo Dahmer ma anche un altro uomo bianco che aveva ucciso la moglie per poi scaricare la colpa addosso a un uomo di colore.
        Lei e’ ancora viva e passa il suo tempo trasognata come ipnotizzata a fissare il soffitto. A quelli della prigione piace credere che rifletta sulle atrocità che ha commesso ma personalmente ne dubito perché gente del genere non ha empatia e se non hai empatia sei capace di tutto. L’accusa ha ricordato alla corte e alla giuria che lei preparava in anticipo i farmaci e gli strumenti per sezionare le vittime quindi età lucida e ovviamente la tesi della psicosi e’ crollata subito. Le persone malvage esistono e non occorre che siano pazzi in quel senso. Ovviamente fattori sociologici, biologici, culturali, chimici, elettrici e congeniti possono sviluppare fenomeni che sfidano la comprensione umana ma la legge da una precisa interpretazione della follia e per i medici (7) che la visitarono era si affetta da necrofilia ma questo non aveva abolito la sua capacità di intendere e di volere al momento dei crimini. L’accusa ha ricordato alla giuria e alla corte che la necrofilia e’ una devianza sesuale ma non comporta reato e che le persone affette da necrofilia si limita alle fantasie ma non le mette in atto perciò necrofilia e pedofilia se rimangono fantasie e non c’è reato non sono catalogabili come comportamento criminale lei ha voluto uccidere e fare scempio e abusare di loro perché voleva farlo e le piaceva mutilare e avere il totale dominio della vittima anche dopo la morte. Questa favola cosa ci insegna ? Niente a parte il fatto che avrei potuto guadagnare bene invece mi son beccato una miseria ma mi consola il fatto che alla moglie del dentista e’ piaciuto e ne ha voluto un altro chiedendomi di ambientarlo a Parigi. Non lo ho mai scritto e le ho detto “Signora, sono lusingato” pausa. “Mi creda, sono io il primo appassionato di film horror ma questo non fa di me un valente narratore horror”. Le ho detto così e le ho dato il numero di una persona nota della quale non voglio fare il nome, preferisco, ben capace viceversa nel genere. Non l’ho più sentita…immagino abbia avuto il suo racconto e non me ne voglia per il fatto di aver rifiutato il lavoro. Quanto a lui..risponde una volta l’anno per Natale e neanche sempre se la tira di brutto, e’ schivo e selvatico ma e’ davvero bravo nl suo lavoro e se non mi risponde chissene io e Giovanna viviamo più o meno alla grande anche senza di lui. Certo, sarebbe bello per me poter farmi vedere in giro con lui ma a parte un panino in centro due anni fa…niente. E’ già stato un miracolo purtroppo la gente non ha riconosciuto ne lui ne me e se ci hanno riconosciuto hanno deciso o scelto di non avvicinarci io lo avrei preferito ma non e’ andata così ed era il locale zeppo di gente ma si vede che era destino my friend e doveva andare così ho smesso di bere e non ho bisogno si farmi forza con l’alcool o coraggio prima di andare in scena questo mi fa onore credo almeno io sono contento di aver vinto un mostro che ha manipolato la mia vita in peggio ovviamente per 17 anni ma e’ acqua passata thank God

        Piace a 2 people

      13. e’ stata respinta, mia e’ scappato un involontario NON

        Piace a 2 people

      14. oh ma che meraviglia! 😀
        c’è tutto!!!!!
        sono rimasta abbagliata 😀

        Piace a 1 persona

      15. ma come siamo contenti!
        allora, visto che l’umore c’è ne approfitto anche per prenotare la collezione di pipe… ho un’idea fantastica per fare impazzire i farmaceuticiiiiiii

        Piace a 1 persona

      16. i retroscena? Off limits solo per famigliari 😉

        Piace a 1 persona

      17. ma, dove sei finito?
        (allora: camicine, pipe in schiuma, giardino ok… mi mancano i coltelli da cucina!)
        Debbbbbbb!
        Non ti servono i coltelli vero??????
        Un amico li lancia benissimo! Poi li mola anche! (dopo)

        Piace a 1 persona

      18. beh, non proprio tutto
        i retroscena? Off limits solo per famigliari 😉

        Piace a 2 people

      19. bravo bravo, concordo, che non si sa mai poi che voci iniziano a gironzolare non dome 😉

        Piace a 1 persona

      20. non sia mai…perciò
        ma se vuoi puoi condividere questa cosa con i membri del circolo dato che ne fai parte e ne siamo fieri

        Piace a 2 people

      21. ah, sono una discreta lettrice in pubblico 😉

        Piace a 1 persona

      22. rammenti la parola d’ordine per entrare, si !?

        Piace a 2 people

      23. meno male (il tigre) il buttafuori non transige: non ammette dimenticanze

        Piace a 2 people

      24. però ho il party con i farmaceutici 🙂

        Piace a 1 persona

      25. confidiamo ti possa liberare per tempo amico in caso porta i farmaceutici con te…siam ben contenti di vedere facce nuove ma già sai x loro nel tragitto occhi bendati non devono sapere dove ci riuniamo

        Piace a 2 people

      26. ahahahahahaha! che fantastica svolta alla serata! 😀
        quando saranno già tutti con le gravatte in testa… zac! 🙂 🙂 🙂

        Piace a 1 persona

      27. beh, già sai my friend che da noi la riservarezza e’ norma primaria

        Piace a 2 people

      28. con la cravatta in testa stai tranquillo che il giorno dopo non avran ricordi 🙂

        Piace a 1 persona

      29. se dovessero averne finirebbero in pasto ai leoni e sarebbe un brutto affare meglio accertarsi che non vedano pensaci tu a legare bene le cravatte, amico
        mi ritiro se Gio’ dovesse svegliarsi adesso e volesse fumare noterebbe con orrore e immenso disappunto che gliene ho fumate 8 e non dovrei fumare perché porto il pacemaker meglio non rischiare
        buona notte my friend
        good night and stay blessed ☆
        Bocephus is still the king, ovvio

        Piace a 2 people

      30. (amica… lo so, l'”um”, ma sono un’amica)
        ciaoooooooooo e non fumare! 😉

        Piace a 2 people

  2. Bravo Deboroh, tutti i fan appoggiano la scelta uno dopo l’altro prendendo esempio dagli elefanti dell’immagine🤣🤣

    Piace a 1 persona

    1. ah, quelle sono le bestiole di guardia alla villa e in effetti nel loro linguaggio figurato quella posizione è proprio l’equivalente dell’appoggio 😛 😛 😛 (ho il sospetto che il tuo volume di testo della prima elementare, quello con le figure: A di albero, B di bottana …… non fosse di gran qualità …… ma non basterebbe nemmeno quello a giustificare l’errore di specie perchè, da quel che vedo nelle tue vignette, sei un autore che valorizza la proboscide 😀 😀 😛 😛 😀 😀

      Piace a 3 people

      1. Hahaha è vero! ero sul cesso quando ho commentato….🤣 E sono da sempre pure un fan del cartone animato di Ippotommaso

        Piace a 1 persona

      2. ehhhh allora sei stato vittima di un’evidente turbamento percettivo o hai subito un’evacuazione mnemonica ….. insomma, almeno passa in farmacia a controllare la pressione!!! 😀 😀 😀

        Piace a 2 people

    1. occhio che nel mio blog sono sempre esposti culi di signora ….. ti esponi a grosse critiche!!!! 😀 😀 😀 (grazie!!)

      Piace a 2 people

  3. hai provato a giocare al rialzo?

    "Mi piace"

  4. ma che sono i farmaceutici ripetutamente citati da Endorsum?

    "Mi piace"

    1. be’ …. Andrea 🙂 🙂 …. e lo chiedi a me??? 😀 😀 😀 lo sai che è una donna di grande fascino …. la corteggiano probabilmente per categoria non per singoli 😉 🙂 🙂

      Piace a 3 people

      1. Effettivamente fare un party (orgia?) con i farmaceutici vestiti con le sole cravatte deve essere davvero over the top. Rimane il problema degli assembramenti orgiastici, vietati causa covid19. Ma Endorsum, 45enne chiaramente assai arrapata, forse farà tutto in modo virtuale usando Zoom.

        Piace a 1 persona

      2. che si dedichi spesso al zoom zoom è fuor di dubbio 😉 😀 😀 …. in effetti potrebbe essere che ultimamente si limiti alla dimensione virtuale 😀 😀 😀 (fra l’altro parrebbe che proprio i cravattari siano gli unici ad averci guadagnato dalla pandemia 😀 😀 😀 )

        Piace a 2 people

      3. ma ma ma… cos’è questo fare indagativo? eh? 😛

        "Mi piace"

      4. no no… nel post pandemia si indaga sulle piccole aziende con prodottini in cantiere… se sono brilli li cantanoooo!

        "Mi piace"

  5. And, this is probably why poets (and artists) die poor…with the hangover comes the sudden realization that the offer was real, but alas was withdrawn! Best regards, the Baroness of Eads

    "Mi piace"

  6. Non dovevi bere il disinfettante idroalcolico per le mani ! Cazzo di Coronavirus….

    "Mi piace"

      1. Meglio così…😅

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close