Lotte sul divano

a spingere le fiamme della necessità 
verso il fragile bosco della bellezza
non sempre è il vento della stupidità

quasi mai nei meandri della ragione 
l’intuizione si perde e muor d’inedia
anzi, d’acqua e di vivande è prodiga

l’occhio esperto d’attraverso il catafratto
scambia l’inconsulta periferia pel centro
ed alto prezzo paga per quel suo star quatto

là sulla nave tra l’alte onde urla il capitano
orripilato inveisce e mugghia più del vento 
anche se ormai già il suo carico è perduto

fra giorni tersi e cieli uggiosi si consuma
comunque ogni destino e non si potrà
con noi portar nemmeno un solo ricordino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close