Vita e vicissitudini professionali

Nasce vicino a Padova in data incerta nei primi anni ’50 e fin dalla tenera età viene irresistibilmente attratto da scommesse e gioco d’azzardo. Dopo la scuola dell’obbligo comincia a gestire in proprio un’agenzia abusiva specializzata in collocazione d’indulgenze e perdoni penitenziali legati alla devozione di santi minori e gestione di scommesse su corse di cavalli ed altri eventi sportivi.

All’inizio l’attività è molto remunerativa e par promettere molto bene ma, in seguito a banali malintesi, Deboroh Sensitiveson subisce alcuni pestaggi ad opera di sconosciuti (peraltro non intuitivamente collegabili alla sua attività lavorativa). Dopo la più rimarchevole di queste esperienze negative (ricovero in unità di terapia intensiva e 16 giorni di coma profondo) appena risvegliato scopre di riuscire a parlare solamente in rima e quindi intraprende un lungo percorso di riabilitazione psicomotoria che però riesce solo parzialmente.

Dopo una quarantina d’anni, passati alla macchia urbana, della quale nulla vale d’essere ricordato, ancora sofferente dei postumi dell’ultima batosta ed accusando una pesante menomazione logopatica (continua inspiegabilmente a comunicare sempre e solo in rima) decide d’intraprendere la professione di poeta industriale e focalizza il suo impegno nell’immortalare i pregi della razza umana. Per anni resiste a insistenti e numerosissime pressioni per pubblicare le sue opere e a tutt’oggi rivendica con malcelato orgoglio la sua assoluta verginità in ordine ai tipi.

L’Accademia di Stoccolma ha ricevuto moltissime segnalazioni in suo favore, quasi esclusivamente provenienti da agenzie specializzate che agiscono solo a parcella.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close