L’ego chirurgo

i pensieri son taglienti ed alcuni non pratici d’utensile
l’usano per procedere ad intervenir su sé stessi: 
se le tue adenoidi spirituali s’infiammano,
la tua voce interiore si fa troppo nasale 
ed affannoso nel sonno il tuo mental respiro
procederai ad affettarle con beffardi accenti
può esser resecandole e sanguinanti un poco

ma se cardiaco è il confuso malessere
disordinati i battiti, con accessi e intermittenze, 
vacci piano che rischiosi son quegl’interventi
se affétti gli affètti, se strozzi entusiasmi,
infatuazioni espianti e necrotizzi illusioni
magari il cuor si rilassa e guarito sembra
ma la vita si svuota, perdon colore i tuoi sguardi
sceman parole e l’ore noiose diventano leopardi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close