Cima tempestata

testa matta, testa matta
che non sa mai dir di no
preso al cuor da una mignotta
che provien dall’Oltrepò

soffri adesso d’artmia
perché l’angelo è volato
urlando “non sei tu la vita mia”
come mai t’era capitato

noi amici ti capiamo
sono giorni di bufera
ti siam vicini e t’aiutiamo
vedrai che torna primavera:

dà un bel calcio al suo ricordo
una doccia e un salto dal barbiere
ben tirato, con un ricciolo bastardo
risplenderai 
nel tango turbinando delle capinere

3 pensieri riguardo “Cima tempestata

  1. Tanto poi si sa, che quando vai da un parrucchiere e gli chiedi di farti un taglio, lui farà sempre di testa sua.

    "Mi piace"

Rispondi a eleonorabergonti Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close