La trattoria dei lavoratori (oldies!!)

La trattoria dei lavoratori

anche brutto e cattivo sarò
riguardo all’altare più alto 
del riflettere sull’homo,
ma se devo comparare 
il rischio degli scarsi dell’autore
aggiunti i vizietti degli attori, 
messi in croce dagli arredi 
e dall'originale punto di vista del regista,
al netto poi della presenza di spettatori 
con acuto spirito d'osservazione ad alta voce,
non ho dubbi:
preferisco pagare il biglietto del teatro
nelle trattorie alla buona, quelle dei lavoratori

il confuso e rumoroso palcoscenico
dopo due minuti va chiarendosi 
offrendo trame parallele sviluppate   
da personaggi cuciti nella parte,
ispirati davanti a minestroni e insalate, 
fra lor mischiati e significanti

a recitare è invece obbligato lo spettatore 
e fingersi immerso fra protagonisti e comparse, 
clandestino può infilarsi nei dialoghi altrui 
e lasciarsi sfuggire un sorriso
mai però un applauso o un fischio,
soprattutto sarà ben difficile seguir dei più dotati
l'evoluzione artistica nel prosieguo di carriera

interpretano l’esistenza 
bonariamente geniali 
sorseggiano la coincidenza 
dell’essere con l’apparire, 
dolcemente polverizzando
qualsiasi senso della misura,
ecco prìncipi ambigui, regine troneggianti, 
non timide belle disadorne e sussultanti narcisi …

il biglietto, nemmen dirlo, 
comprende anche il bicchiere e il piatto:
a volte davvero benedetti, 
conditi d’imprevedibile, 
quotidiani, umili e frugali, 

inflazionati ma necessari, 
almeno quanto noi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close