Banchi di squola

la mente in un brodo ostile immersa 
per sopravvivere deve rappresentare
un sottaciuto e dissimulato contraltare
un mondo tutto tuo fuso a sere perse

si può sugli spigolosi banchi della scuola
imparare e irrobustir la propria pianta
segregando il saper coatto e l’acquasanta
ma è fatica doppia e s’oppone la bestiola

resta comunque una profonda traccia
di quel periodo lungo da segreto agente
la riprovazione degli omologati sulla faccia
l’intelletto dei maestri del valor d’un niente

non sol pigro ma soverchiato dagli avversi
serrai tutti gli oblò che sol poi riapersi
pretendendo d’esser genitore di me stesso
sempre di vedetta lassù sul mio cipresso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close