Proposta di trasloco

i tuoi vicoli stretti conosco e tortuosi 
le tue scalinate in viva pietra
i crocicchi quasi intimi pensieri
la tua pavimentata larga piazza
con i portici scuri intorno, occhi discreti

io che m’arrabbio davvero
e mi riappacifico solo per bon ton
ho architetture più scarne
meno ospitali, ma sicure e diuturne
il fossato e un cigolante levatoio

il dispotico sdegno per il ripetuto
sfregiato ha il mio allusivo e l’arguto
perciò vorrei abbandonar la mia torre
e diventare il signor del tuo borgo,
fascinoso e libero accrocchio d’anfratti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close