La riforma olimpica

Contributo esterno n. 44Poichè il Grande Timoniere Xi ha deciso di realizzare la Nuova Via della Seta, ho ritenuto opportuno effettuare un attento studio delle principali forze politiche del paese europeo che per primo s’è impegnato a “collaborare” con la Repubblica Popolare Cinese. Per ottenere la massima neutralità nella fase di elaborazione del saggio ho attribuito un nome di fantasia alle singole componenti. Fin dall’inizio ho deciso di utilizzare un “criterium oblicuum” che più efficacemente dia risalto alle caratteristiche di fondo, all’essenza di ciascuna forza politica immaginando la necessità di riformare le regole che sovrintendono alle competizioni sportive ed ipotizzando le rispettive proposte. Una forza politica che chiameremo “I Figli di Nettuno” proporrebbe che l’ordine d’arrivo delle competizioni venga stabilito in base al classico Quoziente Intellettivo, però a graduatoria invertita. Una seconda che potremmo chiamare “Cinque salcicce” opterebbe per privilegiare chi non è in grado di selezionare i propri preparatori, soffre di una documentata allergia al congiuntivo ed ha i famigliari impestati di debiti; una terza che potremmo chiamare “Arcipelago Ragnatele” proporrebbe di dare la vittoria comunque e sempre a immigrati irregolari, delinquenti abituali e amministratori che praticano l’illegalità a fin di bene. Una quarta forza, “Partito Dermosifilopatico”, proporrebbe di assegnare a tutti i concorrenti la medaglia d’oro, senza se e senza ma; una quinta, la “Casa delle Vacuità”, sicuramente designerebbe vincitori coloro che con abilità e usando anche qualche risorsa, riescono a c o n v i n c e r e gli arbitri ad assegnargli la vittoria; un’ultima forza, che chiameremo “Foga”, pretenderebbe invece di vedere sul podio solo omofobi che dimostrino di non aver frequentato la scuola dell’obbligo. Conclusa questa mia defatigante analisi e preparandomi a presentarla alle competenti Autorità, pur cosciente che anche noi cinesi non siamo niente di speciale, mi chiedo se abbiamo un qualche vantaggio ad impesterci con un popolo simile dove il nome Pierre de Coubertin tutt’al più fa pensare a un banchiere ebreo dalle perfide e oscure trame e Usain Bolt non avrebbe nemmeno passato le eliminatorie …..

(Prof. Calepin Dhel No, Tsinghua University, ordinario di Teoretica del Sanitario in Ceramica e Dietetica del Palpeggiamento Intimo. Noto analista e molto famoso nel suo paese per aver sostenuto una campagna di un certo successo per l’allestimento di una copia dell’intero Arco Alpino nello Xing Kiang; dedito ora esclusivamente alla floricoltura)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close