Sensori

quelle che ciascun di noi chiama
“le mie occasioni” le ho perse tutte
senza batter ciglio e insieme a queste
anche le delusioni conseguenti
per distrazione, ad esser sincero, 
misteriosamente noncurante 
ma s’alternavan poi le buie paludi,
i mesi e gl’anni di vuota scontentezza

basterebbe forse insinuare in noi
il sospetto che la stortura 
potrebbe originare da una flebile 
nostra tendenza a metterci 
al centro del mondo
e, nel merito, ci faciliterebbe assai
disporre d’un risolutivo strumento 
pur rudimentale, anche analogico,
che posizionando la freccetta in zona rossa
attivasse una qualche procedura di resa,
una tattica manovra di egotico ripiegamento
noi evidenziando segni d’apprezzamento
e stima verso l’avversario  
o il nostro migliore amico 
che spesso poi coincidono ….

quanta lucidità in più e forse allegria
una dimensione più temperata e pia
casomai anche più contentezza 
e tranquillità solo ad averci sempre dietro
un autostronzometro con segnale
acustico di soglia che sagacemente
c’avvertisse quando stiamo esagerando!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close