Slivoconda

Perché la gallina, che senza dar nell’occhio

si mangia il vermetto che sbuca dalla terra bagnata,

è tanto rassicurante nei confronti del falco

che ghermisce alla fine del suo rischioso precipizio?

Non sia mai che ci viene naturale identificarci in una bianca colomba

e molto meno nel familiare profilo del verme?

 

C’è poco di eterno e originario nella nostra percezione, forse,

“il punto d’osservazione non è neutro” affermerebbe Francesco Amadori

 

…. e quel che mettiamo noi nel piatto modifica anche il nostro

modo di interpretare il mondo e di assegnare patenti morali

 

al contrario l’estetica, che nulla ha a che fare col cuore, resta sciolta dal piatto,

il falco rapisce ed emoziona, la gallina la spostiamo gentilmente con il piede per passare

il panzer tedesco Tigre è bello, il carro armato statunitense è buono

 

Autore: dario lapi

tra i verdi colli berici - rifuggendo degli isterici - i motti assai generici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...