Debolezze

Di poker son giocatore assai incallito
l’espression dal mio volto ho cancellato
punto senza pietà a vincer tutto
a spogliar unicamente per amor di gioco

la pietà mi scuote solo se perdo
e mi presto dolci cure e gran conforto
dio incolpando per quanto mi va storto
dimenticando tutto al successivo azzardo

i libri dei saggi le poesie e i romanzi
sono le poste che mi gioco impunemente
e solo valgono per quanto vinto dianzi,
utile della ditta cumulato astutamente

seduto al tavolo il mio cuore si trasforma
più infingere val per me che respirare
passione ostento, imbroglio e mento recidivo
il mio più grande bluff è sembrar vivo

Autore: dario lapi

tra i verdi colli berici - rifuggendo degli isterici - i motti assai generici

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...