Sorridente serietà

tu mi parli di quiete 
e sobrietà, d’anime belle,
ma che ci posso far
se son nato ribelle?
delle questioni più serie
vedo il lato ridicolo
ch’è una componente
esistenziale permanente:
mi diverte rifare i tic del capobanda
e della signora che cede
dopo insistenze varie
m’eccita odorare la mutanda,
la giaculatoria recito fremendo
specie se ‘l pittor astratto è anche orrendo
con copiose e zampillanti pisciate
annaffierei tutte le compagnie associate
e non m’offendo 
perché tu mi chiami pervertito
solo perché d’istinto mi schiero
sempre pel disordine costituito ….
che c’è di più serio e civile
d’un selvatico educato,
d’un volgare non scurrile,
pur fessacchiotto però sconclusionato?

3 pensieri riguardo “Sorridente serietà

  1. Buona domenica Deb, 😀. Sbaglio o il titolo di questa poesia è un ossimoro?

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close