Fuochino


stormiscono poco nel tardo pomeriggio
gli alberi qui in collina,
indossano ormai solo qualche panno intimo,
le sfarzose vesti estive giacciono ai loro piedi, 
stracce e accartocciate

quali veneri confuse e sfiduciate dal vento freddo
giocano la loro ultima carta
denudando struggenti membra scheletriche
nella speranza di risvegliar nel sole
una focosa smania divina che le scaldi

gli ombrelloni della spiaggia, i cappellini leggeri
i bikini e le ciabatte son stati riposti fino a primavera,
si va a chiudere un altro miserioso ciclo planetario,
meccanismo generatore di notte e giorno, caldo e freddo ….
e chissà perché anche quest’anno nessuno è riuscito a capire

5 pensieri riguardo “Fuochino

  1. «Miserioso ciclo planetario»: un gioco di parole azzeccato, rende perfettamente l’idea 😉

    "Mi piace"

  2. Perché ormai è chiaro che in generale nessuno capisce più niente , figurati del tempo.

    "Mi piace"

  3. Belli questi alberi!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close